Telefono:
+0322 255314
Indirizzo:
via Monte Rosa 23/25
Invorio, 28045

Modalità di ricovero

I destinatari

La Fondazione Ermanno Medana si propone di offrire, nell’ambito del sistema residenziale, prestazioni socio-sanitarie di qualità a persone anziane, bisognose o inabili al lavoro e, eccezionalmente, ad adulti incapaci di mantenersi ed accudirsi autonomamente. La struttura inoltre è attrezzata ad accogliere e ad accudire persone in condizioni psico-fisiche di autosufficienza, di parziale autosufficienza, nonché di non autosufficienza, attuando programmi riabilitativi e socializzanti mediante l'insieme combinato di prestazioni sanitarie e socio - assistenziali.

I nuclei e l’accreditamento regionale

La struttura è finalizzata ad offrire ai propri ospiti un idoneo spazio relazionale, formativo riabilitativo che ne migliori la qualità della vita. La residenza è abilitata ad ospitare persone autosufficienti/parzialmente autosufficienti e non autosufficienti. La struttura ha posti che godono di accreditamento regionale e sono convenzionati con l’ASL.

Domande di accesso

Le richieste per accedere alla residenza in struttura devono essere redatte su modulistica a disposizione presso la Fondazione e on line. La domanda verrà protocollata nel momento in cui della presentazione all’Ufficio di Amministrazione della Casa e solo se completa di tutti i dati e certificati richiesti. Le domande presentate sono inserite in una lista di attesa per il ricovero in Struttura con il seguente metodo: in ordine cronologico e in base al numero di protocollo assegnato, dando la precedenza agli Invoriesi residenti e in mancanza di questi in ordine cronologico alle altre domande provenienti da fuori Comune. Qualora si rendesse vacante il posto in struttura vengono contattate telefonicamente le persone che hanno avanzato richiesta in base all’ordine sopra esposto: l’eventuale rifiuto o impossibilità da parte dell’Ospite all’inserimento in Casa di Riposo dovrà essere comunicata dall’interessato alla struttura entro 24 ore dalla chiamata. Scaduto tale termine, l’Ente sarà libero di procedere all’ammissione del richiedente successivo. Gli inserimenti in Struttura avverranno previa compilazione dell’apposita modulistica predisposta dall’Amministrazione della Casa di Riposo e la data di ingresso verrà concordata con la Direzione. La Direzione della Struttura valuterà l’inserimento di un nuovo ricoverato nel nucleo di riferimento in base alle risultanze del certificato medico allegato alla domanda, riservandosi attraverso il Piano Assistenziale Individuale (PAI), che verrà redatto in linea di massima nei primi quindici giorni di ricovero, di definire il grado di auto/non autosufficienza dell’ospite. L’ingresso nel presidio in convenzione con l’Asl è possibile solo per soggeti non autosufficienti. Deve essere presentata domanda all’Unità di Valutazione Geriatrica del distretto di residenza su appositi moduli da ritirare presso gli uffici distrettuali. L’unità di valutazione geriatrica effettuerà, al domicilio dell’anziano, una valutazione sanitaria tramite un medico geriatra che rileverà oggettivamente, utilizzando le scale di valutazione previste dalle disposizioni regionali, le condizioni sanitarie e il grado di autosufficienza del soggetto, al fine di attribuirgli l’appropriato livello assistenziale. Un’ulteriore valutazione è effetuata da un assistente sociale del Consorzio per i servizi socio assistenziali che tiene conto del reddito, delle condizioni abitative, della presenza o meno di altre risorse assistenziali. La somma dei punteggi ottenuti nelle valutazioni sanitaria e sociale determinerà la posizione del soggetto nella graduatoria dei candidati all’accesso in struttura.